Auto a benzina o diesel, quale scegliere?

Auto a benzina o diesel, quale scegliere?

La scelta tra un auto a diesel o benzina, fino a pochi anni fa, era spesso vinta dall’auto a diesel. Questo tipo di alimentazione infatti risultava spesso la favorita per una serie di vantaggi, primo tra tutti il costo. Tuttavia, nel corso degli ultimi tempi, alcune novità sia nel campo tecnologico che sociale sembrano mettere in discussione questo confronto finora senza storia, rendendolo ora senza quartiere.

Una questione di costi

I veicoli diesel costano sempre di più di quelli a benzina, ma questo lato è da sempre stato controbilanciato da un fattore importante: il costo del diesel, in passato molto inferiore a quello della benzina. La fluttuazione dei prezzi, a seguito dell’inflazione e delle crisi di mercato, ha portato però questi costi ad avvicinarsi ad un margine di appena dieci centesimi al litro. I motori diesel mantengono tuttavia un vantaggio nel lungo periodo dato che i loro motori, lavorando a un numero minore di giri, sono soggetti a una minore usura e possono quindi durare più a lungo delle controparti a benzina. Motivo per il quale il diesel è stato spesso una scelta obbligatoria per chi predisponesse di usare l’auto in maniera intensiva.

Motori in continua evoluzione

I motori diesel hanno sempre mantenuto una sensazione di motore più potente, grazie alla coppia motrice alta che sono in grado di sviluppare anche a velocità moderate. Questo monopolio di potenza è stato però smentito con l’arrivo del motore turbo a benzina, il quale in alcuni casi è in grado di sviluppare una potenza superiore al rivale, pur mantenendo la comodità di guida. Questo ridimensionamento dei motori a benzina, tramite l’aggiunta dei turbo, è stata in grado di sconvolgere l’equilibrio anche da un altro punto di vista importante, quello ambientale.

Un divieto senza precedenti

Molte città, in virtù delle nuove norme europee sulla prevenzione ambientale, stanno predisponendo blocchi permanenti alla circolazione delle auto diesel. Se Parigi ha già iniziato nel 2020, per molte città come Roma e Milano il 2024 sarà l’anno decisivo, con le conseguenti forti limitazioni per chi deve utilizzare tali mezzi

La scelta finale

Con il gap ridotto ai minimi storici, la scelta tra un auto a benzina o a diesel risiede più che mai nelle esigenze personali del guidatore. Per un uso intensivo in città, i modelli a benzina diverranno via via sempre più convenienti, mentre per le grandi trasferte e coloro che necessitano di effettuare grandi tratti, il diesel può ancora dimostrare la propria superiorità per diversi anni. Sarà a quel punto compito delle case di sviluppo automobilistiche riadattare i propri modelli ancora una volta, per poter superare un’abolizione che potrebbe davvero mettere in difficoltà un’alimentazione sempre vittoriosa.

https://www.corriere.it/economia/18_febbraio_27/citta-battaglia-diesel-divieti-roma-milano-parigi-22e51788-1c02-11e8-812e-cc191dd87fa8.shtml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *